In questo primo anno di interesse per Pupolandia (già, perchè prima bavaglini e barbapapà  chi se li filava?) ho avuto modo di entrare in contatto anche con il mondo delle neomamme.
Pur non essendo fan delle classificazioni, ho stilato un piccolo elenco di alcune tipologie di  primipara che mi sono saltate all’occhio, con la sola intenzione di farci due risate enfatizzando le reazioni comportamentali delle mamme alla prima esperienza.

Mamma spavalda: si aggira per le vie del centro a testa alta con sorriso da stregatto stampato sulla bocca, ostentando sicumera e serenità post-partum a tutti i passanti. Che nonostante tutto dirottano l’attenzione sulle grida provenienti dalla carrozzina.
Mamma fashion: tra una photo session e l’altra, trova anche il tempo di portare a passeggio il suo stilosissimo bebè, dal look impeccabile per ogni occasione (supermercato, pediatra, parchetto). Con i suoi 40 kg a 2 settimane dal parto, ha le sembianze di una top model in incognito mentre spinge, con molta fatica, l’ultimo modello della piu’ trendy carrozzina.
Mamma ansiosa : è molto attenta e presente, ma sempre terrorizzata da cio’ che potrebbe nuocere alla salute del suo piccolino.
Esempio 1
tuu tuuupronto buongiorno, sono la mamma di Marco, guardi lui ha 2 settimane e da quando è nato è solito fare pupu 5 volte al giorno ma oggi ne fatte solo 4…cosa significa? Potrebbe avere dei problemi? La prego mi dica che non è niente!
Esempio 2
lei: Ciao, quanto ha il tuo?
io: 6 mesi.
lei ,trasalendo: E mangia già i grissini da solo??Attenta gli sta andando di traverso! oddio!
io tra me e me: ehi mamma ansia non allarmiamoci…tu non hai idea di quali performances potremmo regalarti con una baguette in mano!
Mamma social: sempre di corsa, è assai meticolosa nell’organizzare le sue giornate in compagnia del pargolo.
io: Ciao! quanto tempo è passato dal corso preparto! Dai, perchè non ci vediamo ogni tanto con i pupattoli, tipo mercoledi pomeriggio?
lei: Guarda, mi piacerebbe ma ho la lezione di Yoga post partum..
io: Facciamo giovedi?
lei: Mmm direi si’….ah cavolo, ho l’incontro con le mamme del centro giochi! Venerdi c’è la lezione in piscina con gli altri bimbi,mi sa che si va alla prossima settimana! Facciamo cosi’, do’ un’occhiata alla moleskine e ti faccio sapere al piu’ presto quando posso avere un buco!

Se dovessi descrivere il mio profilo di mamma: be’, ovviamente non è possibile rientrare in una sola categoria!
Ad ogni modo mi definirei poco ansiosa (tranne in certe occasioni ,tipo che quando il nanerottolo mi si è scaraventato giu’ dal letto ho iniziato a urlare e piangere come un’esaurita, giusto per attenermi a  quell’atteggiamento pacato e serafico  vivamente consigliato quando ci si relaziona con i bambini),  abbastanza spavalda (ma non sempre credibile), poco fashion (ma chi riesce ad esserlo ha tutta la mia invidia), social quanto basta, nel senso che abbiamo provato varie attività ma nei giorni no adoriamo andare a passeggio per i fatti nostri.
Tuttavia, il principio fondamentale che penso di aver assimilato sinora è che la perfezione in questo campo è una meta irraggiungibile, checchè ne dicano  gli innumerevoli volumi sulla maternità.  Puoi conoscere a menadito le regole della mamma esemplare,  ma dal dire al fare c’è di mezzo un esserino impaurito e urlante che farà di tutto per metterti i bastoni tra le ruote; d’altro canto sarà  proprio lui a riempire  la tua esistenza di sorrisi e soddisfazioni,  piu’ di ogni altra cosa al mondo.

E voi, che tipo di mamma vi sentite? e quali altre specie mammifere avete individuato?